DISCHI IN ARCHIVIO
1943   78 giri Largo Al Factotum
1943   78 giri Credo In Un Dio Crudel
1943   78 giri Melanconica Luna
1943   78 giri Soli Soli Nella Notte
1943   78 giri La Strada Nel Bosco
1945   78 giri Al Telefono Con Te
1945   78 giri Ricordati Di Me
1945   78 giri Incantesimo
1947   78 giri Fenesta Ca Lucive E Mo' Non Luci
1947   78 giri Signorinella
1947   78 giri Ninna Nanna D'amore
1947   78 giri Marechiare
1947   78 giri Torna A Surriento
1947   78 giri Torna
1947   78 giri O Marenariello
1947   78 giri Suona Balalaika
1947   78 giri Maria Marì
1947   78 giri Verde Ucraina
1947   78 giri Madonna Fiorentina
1952   78 giri L'ultima canzone
1956   78 giri Capinera
1956   78 giri Primavera Di Baci
1960   78 giri Tornerai
GINO BECHI
Fu un grande interprete, considerato un artista completo, tanto da essere scritturato più volte per alcuni ruoli in film musicali.
 
La sua popolarità rimane legata in particolare alla canzone di Cesare Andrea Bixio  Una strada nel bosco (legata all'omonimo film), divenuta un suo cavallo di battaglia.
 
Bechi si avvicinò alla musica a diciassette anni con i maestri Raul Frazzi e De Giorgi, debuttando nel 1936 a Empoli nella parte di Germont ne "La Traviata".
Ben presto divenne uno dei più importanti cantanti lirici italiani .
La sua voce  ampia  mal si prestava alle incisioni discografiche del tempo.
Filmati di epoca recente lasciano solo intendere le qualità vocali dell'artista.
Sono rimaste peraltro memorabili negli annali della musica alcune sue grandi interpretazioni di opere verdiane quali l'Otello(come Jago), nel Rigoletto  e nel Nabucco.
 
Si ritirò dalle scene nel 1965.
Negli anni successivi ha gestito una scuola di perfezionamento per giovani cantanti lirici a Firenze.
È stato anche presidente del Concorso Internazionale di canto a Siena.
 
Durante la sua carriera è stato anche interprete in numerosi film strutturati o su opere liriche o in maniera da evidenziare comunque le sue doti canore, talvolta con canzoni composte espressamente per lui.
Tra i suoi grandi successi discografici legati appunto alle sue frequenti incursioni nel mondo del cinema sono da ricordare:
Una strada nel bosco (1943)
Incantesimo  (1945)