MARIA PIA ARCANGELI
Nata a Milano nel 1918, a soli vent'anni si presenta al concorso dell'EIAR "L'ora del dilettante" che si svolgeva a Torino città nella quale Maria Pia frequentava l'università.
E' proprio vincendo questo concorso con la canzone :
"Lassa pur ch'el mund el disa" di Bracchi e D'Anzi che viene scritturata per un anno dalla radio di Torino.
 
L'anno successivo prende parte alla rivista "Viva la radio" con l'orchestra di Pippo Barzizza.
Quindi debutta in teatro come prima attrice nella compagnia di Nuto Navarrini.
 
Nella stagione 41-42 è invece al fianco di Nino Taranto in "Noi ricchi", lanciando la canzone di Rastelli e Panzeri :
"La Fondeghera"che otterrà grande successo. 
 
Nella stagione successiva è la patner di Odoardo Spadaro in
"La gagarella del Biffi Scala"scritta espressamente per lei dal collaudato duo Bracchi e D'Anzi.
 
Nel 43-44 prende parte alla rivista "Una notte al Madera" di Aldo Rubens con le musiche scritte da Gorni Kramer, accanto al Quartetto Cetra (ancora nella formazione solo maschile) e Lucia Mannucci (ancora in veste di solista).
Sempre nel 1944 è pure protagonista in teatro delle commedie "Felicità Colombo" e "Nonna Felicità" di Giuseppe Adami.
 
La nascita del primo figlio Cristiano Minellono la costringe per qualche tempo ad allontanarsi dalle scene.
Tornerà nel 1947 accanto ad un giovanissimo Ugo Tognazzi in "Notte a Venezia" e poi con Walter Chiari e Marisa Maresca nel suo ormai collaudato repertorio di canzoni milanesi.
 
Al cinema intanto è interprete di film di buona qualità quali:
"La vita agra" e "La Celestina" entrambi diretti da Carlo Lizzani.
 
Nel 1966 dopo una breve esperienza al Derby Club di Milano si trasferisce a Genova ove con Alberto Lionello è nuovamente in teatro per "La pulce nell'orecchio".
 
Sul finire del 1967 torna nella sua città dove al Piccolo Teatro porta in scena "Lo spazzino Augusto G." di Armando Gatti.
 
La sua attività proseguirà ancora per tutti gli anni settanta, prima nella compagnia milanese di Piero Mazzarella, poi accanto a Gino Bramieri nella commedia "Le allegre vacanze" e nel 75-76 con Erminio Macario e Rita Pavone in "Due sul pianerottolo".
 
Tra le sue canzoni di maggiore successo:
Quei giovanotti di Bracchi e D'Anzi
La ballata del divano di Casiroli e Clerici
La bicicletta  interpretata accanto al divo Odoardo Spadaro
                                                                 Massimo Baldino
                DISCHI IN ARCHIVIO  
1939   Era lei si si  (con Gilberto Mazzi)
  (Frati)
Orchestra diretta dal M°. FRANCESCO FERRARI
Edizioni ALFA
Da supporto 78 giri PARLOPHON
N.Catalogo GP-92945
 
1939   La bicicletta (con Odoardo Spadaro)  
 
(Natili - Rusconi - Shor L. )
Orchestra diretta dal M°. TITO PETRALIA
Da supporto 78 giri CETRA
N.Catalogo   IT 637
 
1939   Ma quando te ne vai ?  
 
(Peppino Mendes)
Orchestra diretta dal M°. FRANCESCO FERRARI
Vincitrice della rubrica radiodonica:
"L'ORA DEL DILETTANTE"
Da supporto 78 giri PARLOPHON
N.Catalogo   GP-92945